TEMPO DI ALLERGIE!
  • Prenota la tua visita
    (+39 338 7058978)
  • Via Monte Rosa, 51
    20149 Milano (MI)
  • Dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 13:00
    e dalle 14:30 alle 19:30
  • Il Dr. Cenerelli risponde personalmente alle
    telefonate, tutti i giorni dalle 09:30 alle 10:30

TEMPO DI ALLERGIE!

06/05/2016
Dr. Carlo Cenerelli
PILLOLE

...E così è iniziato il tempo delle allergie! Naso gocciolante, con fastidioso prurito, e occhi arrossati con incontrollabile desiderio di strofinarli, (ma questo peggiora), starnuti a salve, e prurito in gola irradiato alle orecchie.

Il classico "raffreddore da fieno" - pollinosi - un poco in anticipo, grazie al "non inverno" che abbiamo avuto, con temperatura più alta della stagionale, conseguente fioritura anticipata con pollini inizialmente di betulle, noccioli, olmi e altre piante ad alto fusto, e attualmente pollini di fiori e erbe e graminacee in anticipo stagionale.

Risultato: occhi rossi e respiro affannoso - quando, nei casi più seri, asma. Il tutto complicato dal fatto che anche il nostro organismo non è pronto all'incontro con questi allergeni non avendo lui stesso potuto vivere la stagione preparatoria invernale. Interessante la medicina cinese che dice che noi siamo inseriti nel TAO in cui è stabilita una coordinazione tra ambiente esterno ed interno. In mancanza di questo equilibrio si manifesta un disordine che nel nostro caso fa sì che l'organismo si trovi impreparato alla situazione climatica anomala.

Persone che da anni avevano smesso di soffrire di allergia, o i cui sintomi erano molto blandi, ora devono affrontare un ritorno o una intensificazione dei disturbi.

Gli strumenti classici della medicina convenzionale sono un ricorrere ad antistaminici (ora ce ne sono di molto efficaci) o a cortisonici e programmare, conclusa la fase acuta, un trattamento di desensibilizzazione.

La medicina omeopatica si pone di fronte a questa patologia con gli strumenti che le sono classici. Una terapia acuta per i sintomi in atto (starnuti, secrezione nasale - valutando se questa è escoriante nella parte interna delle narici o sul labbro che bagna - prurito in gola con la voglia di grattare, cosa non facile, ovviamente, e che porta a delle manovre un po' imbarazzanti di raschiamento rumoroso, e spesso asma).

Il medico omeopatico deve individuare quali sono le caratteristiche soggettive, le modalità che differenziano ogni singolo caso prescrivendo per ciascuno di questi il rimedio che ne rispetta i sintomi. Grossolanamente sono una trentina i farmaci a disposizione, ma come sempre uno vale l'altro. Ogni rimedio è indicato secondo le peculiarità soggettive del paziente.

Superata la fase critica sarà buona norma - in autunno - iniziare una terapia preventiva, sempre con un rimedio scelto sulle modalità costituzionali del paziente.

A ognuno il proprio rimedio nel rispetto del motto Similia similibus Curentur.



NOTA:
Ricordo il principio fondamentale dell'Omeopatia, secondo il quale "il rimedio è sempre PERSONALIZZATO per QUELLA MALATTIA, in QUEL MOMENTO, per QUEL PAZIENTE". Pertanto, ogni riferimento ai rimedi eventualmente citati è puramente esemplificativo.

A cura di Carlo Cenerelli
Medico Chirurgo, Omeopata dal 1968.

Il Personal Branding Management del Dr. Carlo Cenerelli è curato da YouBrand S.r.l.: